Una nuova Partnership Gaslini: l’Ospedale Béchir Hamza di Tunisi

Bechir-Hamza-Tunisi-partnership-Istituto-Gaslini
Share Button

L’Ospedale pediatrico Béchir Hamza di Tunisi celebra quest’anno il proprio cinquantesimo anniversario. Nel corridoio della sua Direzione Generale, alcune foto testimoniano le tappe salienti dell’Ospedale, dalla fondazione ad oggi: spicca quella che ritrae i Direttori del pediatrico di Tunisi e dell’Ospedale Gaslini di Genova mentre si stringono la mano.

E’ dal 18 febbraio 2015 che i “gasliniani” cooperano con l’ ospedale pediatrico di Tunisi: esperti e personale del Gaslini supportano l’istituto tunisino nel potenziamento dei suoi servizi sanitari e nell’ aggiornamento del personale in tutte le specialità pediatriche.

La collaborazione tra il Béchir Hamza e il Gaslini nasce grazie all’ allora Console di Tunisia a Genova, (Mr. Zied BOUZOUITA) che mette in contatto le Direzioni dei due Istituti. Dopo brevi scambi di informazioni e visite, si raggiunge una convenzione.
L’Ospedale Béchir Hamza conta oggi 332 posti letto, 17 Unità Operative e più di un migliaio di dipendenti. Ogni anno registra circa 28.000 accessi, 120.000 giornate di ricovero e più di 5000 interventi chirurgici. Analogamente all’Istituto Gaslini, anche l’Ospedale Béchir Hamza persegue la triplice missione, di assistenza, ricerca e formazione.

Lo spirito di collaborazione con il Béchir Hamza

La richiesta del Béchir Hamza di collaborare con l’Istituto Gaslini dalla Direzione nasce dall’esigenza di potenziare le aree cliniche di gastroenterologia, ortopedia e traumatologia, chirurgia pediatrica e laboratorio analisi.
Uno dei suoi progetti più ambiziosi è la realizzazione di un servizio trasversale da estendersi a tutta la Tunisia, volto alla creazione di un “STEN” (Servizio di Trasporto di Emergenza Neonatale), ambito in cui l’Istituto Gaslini vanta un’esperienza ventennale.

Una nuova Partnership Gaslini: l’Ospedale Béchir Hamza di Tunisi

Negli intenti del Béchir Hamza, i neonati ad alto rischio che vengono alla luce negli svariati punti nascita della Tunisia, potranno essere trasferiti all’Ospedale pediatrico della capitale in quanto dotato delle adeguate terapie intensive e chirurgiche di settore.
Sempre tramite la collaborazione del Gaslini, tra i nuovi obiettivi dell’Ospedale di Tunisi, vi è anche quello di sviluppare la raccolta informatizzata dei dati clinici e l’impiego della cartella clinica elettronica.
Inoltre, tra le attività operative previste sono previsti scambi di personale, il supporto della telemedicina per “second opinion” e la formazione a distanza (attraverso il portale Gaslini Netcare https://netcare.gaslini.org – dove si possono gestire le richieste di teleconsulto – provenienti da tutto il mondo – su specifici casi clinici diagnostici).

Team operativo Gaslini

Alcuni appuntamenti operativi sono stati previsti per facilitare l’innovazione decisa dal Bèchir Hamza. Da questo settembre il Prof. Girolamo Mattioli, (Direttore dell’UOC Chirurgia e Urologia Pediatrica dell’Istituto Gaslini), tiene a Tunisi un workshop sulla chirurgia mini invasiva. In Ottobre 2015 uno specializzando dell’Ospedale Béchir Hamza frequenterà l’Unità Operativa Chirurgica del Gaslini per perfezionare la propria competenza.

Partnership Gaslini – Bèchir Hamza

L’Organizzazione del Bèchir Hamza è fortemente sviluppata e le sue risorse disponibili, sia in termini di personale che di attrezzature è sicuramente una delle migliori nel Nord Africa.
Lo staff sanitario, che ha avuto la Francia quale riferimento culturale e di formazione è estremamente motivato: ha dato modo di raccogliere con estrema attenzione i suggerimenti dei clinici del Gaslini accogliendo con entusiasmo il programma di partnership.

Una nuova Partnership Gaslini: l’Ospedale Béchir Hamza di Tunisi

Tra le sfide future, le principali sono di natura economica (reperimento dei fondi per le attività di scambio di personale) e d’impiego in un contesto generale di instabilità politica del paese.
Ma è proprio di fronte a questo tipo di sfide che il Gaslini vede l’importanza di perseguire il proprio impegno e la sua missione a favore di tutti i bambini, indipendentemente dalla razza, dalla provenienza, dal ceto sociale.

Cooperazioni Internazionali

Attualmente il Gaslini è attivo con cooperazioni sanitarie internazionali di questo tipo con una ventina di Ospedali sparsi in tutto il mondo oltre a Ministeri, Enti Istituzionali, Fondazioni. Con il Bechir Hamza l’Istituto Gaslini inizia una nuova operazione di trasferimento internazionale del proprio valore, questa volta al servizio dei piccoli pazienti del bacino sud del Mediterraneo.

——-

Nota
Alcune Partnership Gaslini: Boston Children’s Hospital (Boston, USA), Cincinnati Children’s Hospital Medical Center (Cincinnati, USA), Hopital Necker-Enfants Malades (Parigi, Francia), Caritas Baby Hospital (Betlemme, Palestina), Ministero della Salute del Kosovo, Ministero della Salute di Albania, Centre Hospitalier Ibn Sina (Rabat, Marocco), Centre Hospitalier Universitaire Mohammed VI (Marrakesh, Marocco), Ospedale Pediatrico Iashvili (Tbilisi, Georgia), Fundacion para el transplante de Medula Osea (Maracaibo, Venezuela), Fondazione F. Rava per progetti di cooperazione sanitaria in Honduras, Azienda Sanitaria di Firenze per progetti di cooperazione sanitaria nel Kurdistan iracheno, Ospedale Pediatrico Béchir Hamza (Tunisi, Tunisia), Hospital Pediatrico “José Luis Miranda” di Santa Clara a Cuba e “Pontificia Universidad Catolica Madre y Maestra” e “Universidad Iberoamericana” (La Romana, Repubblica Dominicana).

.

Una nuova Partnership Gaslini: l’Ospedale Béchir Hamza di Tunisi
Share Button

Laureata a Genova e specializzata nel settore della cooperazione internazionale presso l'Università di Roma Tre, la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale - ISPI di Milano. Lavora nell'ambito dell'Ufficio Relazioni Internazionali dell'Istituto Gaslini per favorire le attività di cooperazione sanitaria, partnership e interventi umanitari, con altre Organizzazioni, quali Ospedali pediatrici, Fondazioni, Ministeri della Salute, Organizzazioni non governative.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ sette = 16

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>