Emagiomi infantili: il propanololo nella terapia

Emangiomi infantili al Gaslini
Share Button

Emangiomi infantili: il propranololo nella terapia

Si calcola che in Italia ogni anno nascano circa 30.000-40.000 bambini affetti da emangioma infantile, di cui circa il 20% necessiteranno di trattamento terapeutico nel primo anno di vita. Non è un numero da poco!

L’emangioma infantile è di fatto un tumore vascolare assolutamente benigno dell’infanzia, che ha la caratteristica di proliferare nei primi 6-8 mesi di vita per poi andare incontro, nella maggior parte dei casi, ad una regressione spontanea che può protrarsi fino all’età scolare. Nel 25% dei casi la regressione dell’emangioma lascia esiti esteticamente invalidanti sul volto. Qualcosa di inaccettabile oggi.

Come prevenire questo?

L’avvento della terapia medica con propranololo ha recentemente rivoluzionato il trattamento degli emangiomi infantili. Il propranololo consente di arrestare la fase di crescita dell’emangioma e ne accelera la regressione, con un’efficacia terapeutica che supera il 95%.

Sebbene siano passati solo pochi anni dal primo impiego terapeutico del propranololo nella cura degli emangiomi infantili in età pediatrica sono già disponibili numerosi studi internazionali che ne hanno confermato l’altissima efficacia e l’ottima tollerabilità (www.sisav.eu, www.issva.org). Il Centro Angiomi del Gaslini è stato, fra i promotori di questa terapia, il primo in Italia ad avviarla in forma sperimentale ed è attualmente, in Italia, il Centro con il maggior numero di bambini con emangioma infantile trattati con questa terapia (www.angiomi.org).

Il farmaco è commercializzato sotto forma di sciroppo negli USA e in Francia (www.pierre-fabre.com), mentre in Italia viene ancora somministrato sotto forma di preparato galenico a distribuzione ospedaliera.

L’approvazione del propranololo nella terapia degli emangiomi infantili da parte delle Autorità regolatorie (Emea, AIFA), consente di garantire, per la prima volta, la disponibilità di un farmaco molto efficace per il trattamento di questa comunissima malattia. Recentemente la commissione tecnica dell’AIFA ha proposto che il farmaco possa essere vendibile al pubblico su prescrizione di Centri ospedalieri o di specialisti individuati dalle Regioni.
Una nuova svolta anche per la classe medica, che permetterà di evitare trattamenti meno efficaci e soprattutto meno sicuri nei pazienti con emangioma infantile.

foto: Time Project da info pubbliche. Foto free.

Share Button

Dal 1994 il dr. Dalmonte si occupa a tempo pieno di anomalie vascolari nel bambino. Direttore dell’UOSD Centro Angiomi dell’Istituto Giannina Gaslini, unità riconosciuta a livello nazionale ed internazionale, che ha promosso la realizzazione della Società Italiana per lo Studio delle Anomalie Vascolari (SISAV - www.sisav.eu) Società scientifica della quale il Dr. Dalmonte è attualmente Presidente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 6

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>